Conferenza sulla figura del Criminologo nelle carceri italiane.

Sabato 25 gennaio 2014, il Tenente Dottore Giorgio Labella, criminologo e volontario (ex art. 78 O.P.) presso la Casa circondariale di “Rebibbia Nuovo Complesso” ha iniziato il nuovo anno delle attività programmate per il 2014, proponendo un dibattito sulle “Funzioni del criminologo nelle carceri italiane”, argomento di grande interesse che ha incuriosito e sollecitato i numerosi associati presenti alla conferenza che si è svolta presso la sala conferenze della Biblioteca comunale di Monterosi.
Premettendo che la criminologia è una scienza multidisciplinare e che, come tutte le scienze che studiano il comportamento umano non è esatta, il Conferenziere ha spegato la differenza tra la criminologia forense e la criminologia clinica valutando tutti gli aspetti concernenti il ruolo ed il compito che spetta al criminologo “esperto” all’interno del carcere, tenendo anche conto dell’inquadramento previsto dall’art. 80 del DPR 230 del 2000 sull’Ordinamento Penitenziario che lo colloca in un predeterminato livello professionale.
Si è poi soffermato sulle cosidette “psicosi carcerarie”, evidenziando lo stato di chi varca per la prima volta la soglia del carcere sopratutto per i soggetti più giovani, più fragili e con trascorsi di vita burrascosi. Ha quindi parlato della fase trattamentale e della funzione rieducativa della pena, dopo la revisione critica del passato deviante da parte del detenuto, così come previsto dal terzo comma dell’articolo 27 della Costituzione, per il futuro reinserimento nella società.
Ha evidenziato il problema del “sovraffollamento” nelle carceri italiane mettendo in risalto quelle che sono considerate le misure alternative alla detenzione, il regime di semilibertà e la detenzione domiciliare. Si è, infine, soffermato sui vari Reparti all’interno di Rebibbia, spiegando la differenza tra Casa circondararialew e Casa di reclusione.
Ne è seguito un lungo dibattito al quale hanno preso parte diversi convenuti che hanno posto al Conferenziere interessanti domande alle quali sono state date risposte chiare ed esaustive.

Luciano A. Canu