Conferenza aggiornamento sul terrorismo

Aggiornamento sul terrorismo

Sabato 24 ottobre, come di consueto oramai da diversi anni, presso i locali della biblioteca comunale di Monterosi – Ass. Biblos -, si è tenuta una delle conferenze organizzate dalla Sezione UNUCI di Monterosi. Illustrato con il suo solito modo brillante di spiegare i fatti dal Colonnello (USA) Prof. Vittorfranco Pisano, IASD; nostro socio da lungo tempo, il delicato tema affrontato questa volta è stato dedicato ad un argomento molto interessante quanto attuale: il terrorismo!.

Quando parliamo di terrorismo la mente ci rimanda subito alla situazione nel nostro Vicino Oriente, l’ISIS, o IS, lo Stato islamico o sedicente tale che sta mettendo a ferro e fuoco i Paesi arabi. Ma nello stesso tempo non dobbiamo dimenticare altre cellule terroristiche molto note come Al Qaida, restando sempre nella zona del Medio Oriente; o addirittura l’IRA e l’ETA. Organizzazioni terroristiche, comunque nel senso lato del termine, che, se pur decimate in qualche modo grazie agli interventi eroici (anche se a volte discutibili) dei soldati Occidentali, riescono ad avere fondi di denaro attraverso altre organizzazioni o partiti politici di facciata che, dando il classico fumo negli occhi, si operano per fini caritatevoli o di pace. Purtroppo non è sempre possibile individuare queste manovre nascoste mentre, nello stesso tempo, sono molte le persone che si arruolano a queste organizzazioni paramilitari. Non solo nelle carceri, dove è facile trovare qualcuno senza né casa né famiglia disposto a tutto per un pezzo di pane, ma vediamo, ed è cronaca, che una minoranza di islamici oramai integrati in Italia decidano di partire per l’Iraq o per la Siria ed unirsi all’ISIS.

Un tema molto sentito, quindi, e che durante la conferenza, da parte dei presenti, ha acceso un dibatto tra domande e preoccupazioni per il futuro, affrontate con destrezza dal colonnello Pisano che ringraziamo sempre per la sua professionalità e conoscenza dei fatti esposti. Un tema che ci riguarda tutti e di cui riparleremo senz’altro in futuro.

Articolo e foto di Daniele Limongelli