Cena di Gala – Premiazione Trofeo

Continuiamo con la storia di domenica 8 novembre, atto terzo: cena di gala a Palazzo Brazzà, meglio noto come Circolo Ufficiali delle FFAA d’Italia.

Tempo da lupi: scrosci di pioggia e vento. La mia speranza era che al momento dell’arrivo al Circolo “Giove Pluvio” fosse clemente per permettere di scaricare la “mezza-quintalata” di coppe e trofei. Così è stato.

Lasciato ad Alessandro Porri il compito di “esattore” e di intrattenere gli ospiti al primo piano dove era stata allestita la sala aperitivi, con Francesco Coletta sono salito al piano superiore alla “Sala Angeli”, dove avremmo avuto più tardi  la cena di gala e la premiazione della seconda edizione dell’ormai noto trofeo di tiro titolato al Gen.C.A. Pietro Fortunato Muraro.

Messe in bella mostra tutte le coppe di categoria, ben diciannove, il “coppone” della prima edizione del trofeo e il nuovo trofeo, Vittoria alata, fatti aggiungere alcuni coperti, eravamo oltre le previsioni di presenze, assegnati i posti per gli ospiti, siamo ridiscesi per gustare anche noi due, l’ “agognato aperitivo”.

Nel frattempo erano arrivati gli ospiti d’onore: la Signora Antonietta Muraro accompagnata dal figlio Piergiorgio, il Generale Giuseppe Calamani, il Colonnello (USA) Vittorfranco Pisano ed  il Capitano Massimo Palmidoro presidente della sezione UNUCI  Tivoli.

Il T.Col. Dr. Luigi Pozzi ha svolto in modo encomiabile la funzione di Cerimoniere, dalla presentazione degli ospiti d’onore, alla premiazione del trofeo, alla conclusione (eri emozionatissimo caro Gigi) con una preghiera scritta da una Lions dedicata ai Caduti di Nassirya.

Note simpatiche della serata: la nomina di Sofia Coletta a “Mascotte Ufficiale della Sezione” e la consegna del “trofeo-coppone” alla Signora Antonietta Muraro da parte di Alessandro Porri, unico presente dei quattro vincitori della prima edizione del trofeo.

Il Generale Calamani ha poi tenuto un breve discorso sui valori storici dell’UNUCI, invitando tutti a sostenere l’Ente con il proselitismo e le varie attività.

Purtroppo non è stato possibile, per problemi tecnici non imputabili alla sezione, consegnare gli attestati di benemerenza della Presidenza Nazionale; ho però dato lettura delle motivazioni.

Con il caffè e l’ “ammazza-caffè” si è conclusa una bellissima serata in compagnia, dandosi l’arrivederci all’anno prossimo.

Luciano A. Canu